mercoledì 21 dicembre 2011

Novità per il 2012...

Vogliamo farvi gli auguri di Natale annunciando alcune novità che riguardano il nostro gurppo. I Tavernacustica si ridimensionano come organico, tornando un duo\trio. La decisione è stata presa di comune accordo con Gioino ed Eugenio, che ci lasciano per altre strade, e a cui auguriamo tutta la fortuna.
Gio è uno dei membri storici, abbiamo condiviso questa vicenda per 6 anni, ed è stato con noi anche nei momenti di crisi, dandoci sempre grande supporto: ha deciso di mettere da parte il flauto, e noi speriamo che sia solo per un periodo. Eugenio è l'ultimo che si è aggiunto, poco meno di due anni fa, apposta per una serie di concerti dedicati a Fabrizio De Andrè: ha messo a disposizione la sua voce, così simile a quella del grande cantautore, e la sua personalità. Oggi  vuole invece concentrarsi sui propri pezzi con un progetto tutto suo.
Io (Dario, alla fisarmonica) e Alessandro (chitarra) continuiamo, con l'aiuto di Marco (basso elettrico, e forse chitarra), ricostituendo in pratica il nucleo originario di quest'avventura, che risale al primo concerto del 2005, o a prima, se consideriamo incontri estemporanei.
Con questa nuova situazione intendiamo rimodellarci una nicchia ancora più intima, adattabile anche a palchi minimi, ma con una scaletta più mirata rispetto al precedente progetto, che era basato su concerti dedicati per metà a Fabrizio De Andrè e per metà agli altri. La scelta di canzoni costituirà quasi una narrazione, una "storia" d'Italia e dei sentimenti che la animano. Rispetto al passato cercheremo di dare maggiore spazio ai pezzi svelti e ai cantautori meno scontati, ma non per questo meno importanti o conosciuti. Cercheremo di essere meno naif sul palco, e magari di spendere qualche parola sulle canzoni. Vogliamo anche ascoltare i consigli di chi suona, per fare meglio, ma soprattutto di chi ascolta, perchè è per loro che esistiamo.
Quindi non abbiate paura di dirci cosa non va, ma non abbiate neanche paura di dirci cosa vi è piaciuto: gli apprezzamenti fanno bene, e se stiamo bene, suoniamo meglio...
Questi sono i nostri propositi per l'anno che verrà, sicuramente ricco di sorprese.

3 commenti:

  1. da sempre vi ho criticato per spronarvi a far meglio, vi ho elogiato quando mi avete emozionato e consigliato per dare il mio contributo. Vi ho pubblicizzato perché credevo in voi, vi ho seguito quando riuscivo a far combaciare gli impegni e odiato quando vi autodistruggevate. Vi ho visto lasciarvi e riprendervi in tutte le fasi della vostra storia, vi ho visto cambiare nomi su nomi e ho visto persone entrare ed uscire dall'orbita di Dario.
    Che il 2012 vi porti quello che cercate nei vostri strumenti e nelle vostre voci...e se avete bisogno di qualsiasi cosa sapete bene che potete chiedere

    RispondiElimina
  2. Grazie Fabio! Sempre in prima fila...

    RispondiElimina
  3. Bellissimo questo progetto, la musica come racconto...vi auguro ogni bene, a ognuno di voi, con istintivo e immutato affetto.

    Un abbraccio

    RispondiElimina